papo Iacopo Vettori
Skip Navigation Links
Home page
RecitazioneExpand Recitazione
ProgrammazioneExpand Programmazione
FilosofiaExpand Filosofia
Parenti e amiciExpand Parenti e amici
Libri, cinema e passatempiExpand Libri, cinema e passatempi
Commenti e comunicazioniExpand Commenti e comunicazioni
Skip Navigation Links. Skip Navigation LinksHome page : Miscellanea : Lessico e nuvole

Lessico e nuvole

Stefano Bartezzaghi sul sito di Repubblica cura una rubrica chiamata "Lessico e nuvole", da cui ogni settimana ricava anche un articolo pubblicato sul "Venerdì" di Repubblica.

Una cosuccia carina che ogni tanto rispunta fuori è quella delle "frasi matte",
ossia quei modi di dire che vengono involontariamente "travisati" variando l'originale.
Ogni tanto me ne invento una, e allora inizio a collezionarle qui, quasi di nascosto:
1) Non confondere le acque in tavola
2) Pioveva fortissimo, era un nubifradicio
Un mio conoscente, prima del 2001, a volte diceva:
"Costa una lira di Dio!",
immaginando probabilmente una moneta da una lira dalle dimensioni gigantesche.
Oggi forse si potrebbe dire:
3) Costa un neuro-delirio!
A proposito di euro, propongo di chiamare "doblone" la moneta da due euro,
perché, oltre a richiamare il suo valore doppio, da' anche una suggestione di nobiltà
che è adeguata al suo status di "moneta più preziosa".

SATOR AREPO TENET OPERA ROTAS
Una delle recenti sfide lanciate ai lettori è stata quella di trovare una frase "magica" del tipo "SATOR AREPO TENET OPERA ROTAS" che però fosse in italiano.

Una di queste notti sono impazzito ed ho continuato a cercare con l'ausilio di qualche mio programmino dis-utile e alla fine ho inviato due email con questi resoconti:

==========================================================================

Oggetto: Contributo SATOR AREPO italiano
Data: mercoledì 28 febbraio 2007 2.46

Infine non è molto ma più di così non ho ottenuto.

Il primo cade su "nital" che immagino essere qualcosa come "nitida" "limpida", per cui il senso sarebbe:
"Oh Ilena, bellezza mediterranea, come desideri un'età migliore e più pulita di questi cupi tempi in cui viviamo!"

aneli
nital
etate
latin
ilena

Il secondo cade su "erali", che però potrebbe essere inteso come "era lì", per cui il senso sarebbe:
"La giovane solfeggiava allegramente, emozionata dalla presenza del sommo autore del Bolero"

ilare
levar
aveva
ravel
erali


Mi auguro che altri cacciatori abbiano avuto miglior fortuna.

PS: Lo schema generale è con 9 lettere disposte secondo lo schema:

12345
26784
37973
48763
54321


Tuttavia, i miei esempi e l'originale SATOR AREPO usano uno schema con ripetizioni:
in totale SATOR AREPO usa 8 lettere, i miei solo 6 ma del resto se si adotta uno schema
"a scacchiera" tra consonanti e vocali, e se la parola centrale ha tre vocali, lo schema intero
ha in totale 6 posti "indipendenti" per le vocali, per cui è impossibile evitare ripetizioni.

Cordiali saluti
Iacopo Vettori
 

==========================================================================

Oggetto: Ultima scoperta SATOR AREPO italiano
Data: mercoledì 28 febbraio 2007 3.35

Prima di dormire ho trovato quest'ultima combinazione:

ONERA
NITOR
ETATE
ROTIN
ARENO


che è una variante della "ANELI NITAL..." della mia email precedente.
I vocaboli sono più accettabili, ma il senso generale deve essere un po' interpertato in qualche modo.

Immagino una perifrasi del tipo: LAVORATORE AUTONOMO CHE SI LAMENTA DELLE RIFORME ANTI-EVASIONE FISCALE:
"Talmente pesa, è pesante da sopportare, questa nuova età delle riforme che impediscono il lavoro in nero (intesa come epoca del nitore, della trasparenza), che la piccole ruote del mio carretto (o la mia carriola, o il mio taxi, comunque inteso come simbolo della mia attività di lavoratore autonomo) si impantanano nella sabbia (metafora delle difficoltà, del costo della vita) e non riesco a venirne fuori".

Vedi se riesci a trovarne un miglior senso.

Altri cordiali saluti
Iacopo Vettori
 

==========================================================================

P.S. del 23 Marzo:

Le mie costruzioni hanno meritato l'onore della citazione (insieme a quelle di altri autori) nella rubrica "Lessico e nuvole" di oggi, che è riportata integralmente anche sul "Venerdì" di Repubblica. La "aneli nital..." è addirittura riportata nell'illustrazione che accompagna l'articolo cartaceo. Bartezzaghi ha riportato solo le prime due e non l'ultima che ho inviato, probabilmente perché come dice, "ho preferito quelle il cui difetto principale consisteva nella presenza di parole o nomi non attestati (appunto come la parola arepo, assente dai dizionari latini quanto nitale lo è dagli italiani) a quelle prive di qualsiasi simulacro di sintassi, o i cui frammenti di senso impedissero qualsiasi ricostruzione pallidamente plausibile". Comunque sono soddisfatto di aver potuto dare il mio contributo.