papo Iacopo Vettori
Skip Navigation Links
Home page
RecitazioneExpand Recitazione
ProgrammazioneExpand Programmazione
FilosofiaExpand Filosofia
Parenti e amiciExpand Parenti e amici
Libri, cinema e passatempiExpand Libri, cinema e passatempi
Commenti e comunicazioniExpand Commenti e comunicazioni
Skip Navigation Links. Skip Navigation LinksHome page : Recitazione : Poesie Szymborska : La cipolla

La cipolla

 

Guarda il file video wmv di 2.5MB (1'45")

Ben altro è la cipolla.
Non ha interiorità.
E’ di per sé cipolla anche in sezione
E fino al grado massimo della cipollità
Cipollinea di fuori,
cipollosa di dentro,
potrebbe in sé scrutare senza turbamento.

Dentro di noi selvatico ed estraneo
coperto a malapena dal velo della pelle,
si contiene un inferno
di anatomia in tormento,
nella cipolla invece c’è cipolla soltanto,
non viscere contorte.
Essa è più volte nuda
E uguale a sé fin nel profondo.

Non è contraddittoria la cipolla,
creatura riuscita la cipolla.
E’ semplice, alla prima sta dentro la seconda,
nella grande la piccola,
e poi la successiva,
cioè la terza e quarta.
Centripeta fuga.
Eco composta in coro.

La cipolla, ora capisco:
il più leggiadro ventre del mondo.
Da solo si adorna
Di aureole a sua gloria.
In noi – grassi, nervi, vene,
muchi e secrezioni.
E ci viene interdetta
L’idiota perfezione.

 

Wislawa Szymborska
Da “Wielka Liczba” (Grandi Numeri), 1976

(traduzione di Alessandra Czeczott)